YAA NÚA – LA DONNA STELLA

Ciao a tutti, sono Mayu.

Riporto qui un mito che Tsunki ha raccontato al cerchio de La sfida dell’amore. È un mito molto bello, che parla di amore e di coraggio.

Sciamani di solito non si mettono a dare spiegazioni teoriche. Tanto meno sull’amore. Ammesso comunque di riuscirci, levi il bello delle cose. Come se prendi una farfalla, la osservi al microscopio, la sezioni per vedere com’è fatta, come fa a volare, come sono fatte le ali… Sì, che bello, adesso non vola più, però! È una cosa morta, piuttosto schifosa. Quindi non è mai una buona idea.

Però sciamani raccontano storie. Io intanto ve ne racconto una. Qualcuno di voi la conosce già.
Continua a leggere

ANIME GEMELLE

Salve a tutti, sono Mayu.
Riporto la trascrizione di quello che Tsunki ci ha detto un anno fa, durante un cerchio nel giugno 2018. Credo sia una buona idea condividerlo, anche in vista del prossimo cerchio (“La Sfida dell’amore, come trovarlo, come liberarsene”, 27 – 28 aprile 2019). Le domande (in corsivo) sono fatte da persone diverse.

[ Un giovane uomo continua a sognare una sua ex-ragazza dopo più di 10 anni di relazione con la sua fidanzata corrente. Ne parla come se fosse stata una passione molto forte, però aveva avuto una relazione di soli 3 mesi, che non è riuscita a decollare. ]

Fai attenzione, perché ci penserai ancora. Voglio dire… Quando sarai sposato,  avrai dei bambini, la vita matrimoniale sarà diventata abituale, e magari ti sarai stufato di dover guadagnare soldi per mantenere i figli che una volta costavano come un piatto di minestra e adesso costano come una Ferrari… Quando sarai un po’ stanco di tutto questo tornerai a pensare a lei, e avrai nostalgia di quello che non è successo.

Continua a leggere

LE BANCHE E I NUOVI SACERDOTI

Dovevo scrivere questo post diversi anni fa, ma poi passai la mano…
Cominciò un giorno in cui mi trovavo in transito all’aeroporto di Zurigo. Intorno a me c’erano tutti e soltanto uomini e donne d’affari, coi loro smartphone, tablet e portatili.
Osservai quello che è sempre sotto gli occhi, ma su cui non mi ero mai soffermato prima: erano tutti vestiti di nero. Tutti, uomini e donne, indossavano grisaglie molto scure, tailleur antracite, completi fumo di Londra – come si diceva un tempo – solo una donna, una sola su duecento persone (!), aveva un maglione blu sopra una gonna… nera. E vari colleghi la guardavano perplessi!
Sembrava un gigantesco funerale o una marea di addetti alle onoranze funebri.
Un mio Pasuk (Spirito aiutante degli sciamani) mi disse: “Li vedi? Tornano dalle loro chiese”.
Allora capii.
Erano dei preti.
Continua a leggere

IL DIO BANALE

Ieri il Papa ha detto: “è stolta e miope una società che continua a far lavorare gli anziani, mentre i giovani sono senza lavoro”.
E tutti lo hanno osannato, mentre ogni giornale ha riportato in grande risalto questa sapientissima rivelazione!

I – cattivissimi! – governanti e legislatori italiani sono stolti e miopi perché fanno lavorare i vecchi, per risolvere la disoccupazione giovanile basterebbe far riposare i vecchi e lavorare i giovani!
Come hanno fatto a non pensarci?
Si sa che gli Italiani non ne azzeccano mai una, però come hanno fatto a non pensarci tutti i Paesi Europei che più o meno fanno le stesse scelte? Stolti e miopi!
Continua a leggere

JIHAD E DEMOCRAZIA SALCICCIAIA

Di nuovo i giornali si interrogano su cosa spinga i nostri giovani verso il jihad.
Ne ho già scritto, ma è il caso di ridirlo in due parole: una buona ragione per morire.
Quel che nessuno sembra capire è che uomini e donne non hanno bisogno di una ragione per vivere, ma di una ragione per cui donare la propria vita!
O meglio: se un ideale, un progetto, un Sogno non è una buona ragione per cui all’occorrenza morire, allora non è neppure una buona ragione per vivere.
Una ragione per vivere che non sia una ragione per morire è vacua e ti crea il vuoto dentro.
Perché mai? Nel fondo del nostro cuore ognuno di noi sa di non avere un gran valore, si può raccontare ogni sorta di storie, ma dentro sa che la sua vita è solo un battito di ciglia. Quindi se un qualunque Sogno non vale più della mia insignificante vita, allora non vale un bel niente.
Solo se sono pronto a darci la mia vita, vale qualcosa!
È dannatamente semplice.
Continua a leggere

GRANDE BREXIT!

Quelli che leggono il nostro Blog dai contenuti molto saltuari sanno bene come la pensa l’uwishin – ossia io – sull’UE: è solo l’ultimo, il terzo, tentativo della Germania di conquistare l’Europa – solo che stavolta invece di affidarsi alle armi, il che era ormai impossibile, e di combattere la finanza internazionale come aveva tentato Hitler, con quella stessa finanza si è alleata.
Il piano per ora è, come sempre è accaduto ai tedeschi, riuscito piuttosto male, i finanzieri-banchieri ricevendo la mano, si sono presi il braccio e l’Europa è diventato il loro territorio di caccia: sono i soli a ricavarvi davvero vantaggio, affamando i Paesi più poveri dell’Unione… ma rovinando anche gli altri, visto che la Francia è in ginocchio!
L’euro, a cui saggiamente gli inglesi non avevano mai aderito, è solo una moneta-spazzatura per fare speculazioni finanziarie. L’UE non è niente altro che questo. Il resto sono chiacchiere, ammantate di… altre chiacchiere.
Continua a leggere

UNA BUONA RAGIONE PER MORIRE 2 – il ritorno

Toh, guarda! Finalmente cominciano a dirlo:
http://www.lastampa.it/2016/04/11/esteri/il-bisogno-di-appartenere-a-spingere-i-giovani-verso-la-jihad-xYrbRL1JCzN8u3U3OV9mDI/pagina.html
Meglio tardi che mai! LOL!
Su questo articolo di oggi su La Stampa, pare che qualcuno cominci ad accorgersi di quel che dicevamo nel post Una buona ragione per morire, ossia che non è l’emarginazione sociale o una specie di follia collettiva a spingere i giovani al jihad, ma: “Il punto che sembra unire tutti questi soggetti è che tutti paiono alla ricerca qualcosa: un ideale, un senso di appartenenza, un’avventura. Come dice Ed Husein, un ex militante islamista nato e cresciuto a Londra, i jihadisti europei spesso «sono disillusi, non emarginati. Molti sono ben istruiti e con una buona famiglia. Ma cercano tutti dei valori o una ragione per la quale combattere, una causa per la quale poter morire»”.
Continua a leggere

IL VOLO SCIAMANICO NEI MONDI CELESTI (30 – 31 gennaio) – SOLO 3 posti rimasti

Siamo quasi AL COMPLETO!
Le iscrizioni stanno per chiudere.
A suo tempo, eravamo riusciti ad avere più camere per far fronte alle richieste, che da subito sono state… altine, ma anche così, ormai stiamo andando OVER QUOTA.
Quelli di voi che vogliono partecipare, ma non si sono ancora iscritti, lo facciano subito, non credo resteremo aperti oltre martedì.

AGGIORNAMENTO! Siamo OVER QUOTA.
Iscrizioni chiuse.

¡Gracias a todo el mundo!

UNA BUONA RAGIONE PER MORIRE

I combattenti per lo jihad (o, dal punto di vista occidentale, dei pazzi terroristi) hanno messo in atto tre o più attacchi simultanei a Parigi, uccidendo 128 vittime "innocenti"…. Come se in guerra si uccidessero i "colpevoli". Coi droni, a volte ci si prova, ma come si sa, è inevitabile che si uccidano anche persone innocue, vecchi, bambini…
Gli jihadisti in realtà hanno fatto un'azione di guerra, molto ben concepita e abbastanza ben riuscita, che fa parte di una strategia di attacco all'Europa.

In un forum buddhista di miei "detrattori" (sia chiaro, il forum non è lì per parlar male di me, ma aveva un topic sul mio lavoro i cui utenti non erano esattamente… miei fans) si citava la mia predizione, risalente a parecchi anni fa, di una prossima guerra fatale tra Islam e Occidente.
Uno dei buddhisti, forse un mod, osservava con una certa disincantata supponenza che in realtà non c'erano le condizioni per una guerra del genere e questo per molto molto tempo.
I buddhisti sono sempre molto mentali e con l'aria di sapere tutto… 
Forse non ci saranno le condizioni secondo qualche bel ragionamento, ma – a distanza di anni dalla mia predizione – la guerra c'è ed è in atto.

Continua a leggere

La spassosa chiusura del Cocoricò

Il geniale giudice Maurizio Improta ha risolto il problema dello spaccio – recentemente fatale – di ecstasy nella discoteca Cocoricò… chiudendo la discoteca.

Non potevo smettere di ridere… È una delle trovate più cretine che abbia mai sentito, non sorprende sia il parto di un magistrato!
Mi ricorda una storiella che raccontava mia nonna Amalia: un tale va all'osteria e dice al suo compare: "ah compare, sapessi cosa mi è capitato! Sono tornato a casa prima del solito e ho trovato mia moglie che faceva l'amore con un altro sul divano del salotto!"
"Ma è terribile!"
"Sì, ma ho fatto in modo che non succeda mai più!"
"Hai scacciato tua moglie?"
"No, ho venduto il divano!"

ROTFL!

1 2 3 4