LA VISIONE DELLA PANTERA

Tutto ciò che riguarda lo sciamanesimo

Moderatori: Pinchuruwia, Mayu, Tuna

  • Autore
    Messaggio
Avatar utente
Laura
Messaggi: 213
Iscritto il: ven 11 set 2015, 19:31

Re: LA VISIONE DELLA PANTERA

Messaggio Inviato da: Laura » gio 11 feb 2021, 19:37

💫 An Ustu Muhari Tani 💫

Avatar utente
Laura
Messaggi: 213
Iscritto il: ven 11 set 2015, 19:31

Re: LA VISIONE DELLA PANTERA

Messaggio Inviato da: Laura » dom 15 ago 2021, 10:26

"Oooorrrrrrate! Ooooooorrrrrate":

Immagine

Immagine
💫 An Ustu Muhari Tani 💫

Pollice Verde
Messaggi: 242
Iscritto il: mar 6 ott 2015, 14:07

Re: LA VISIONE DELLA PANTERA

Messaggio Inviato da: Pollice Verde » dom 15 ago 2021, 22:40

Ciao à tutti !
Sono tornata dalla Romania qualche giorno fa.
La, ti offrono 20 euro se vai a vaccinarti. Prima offrivano da qualche parte il pranzo solo che alcuni sono andati a pranzare più volte, ovviamente prima il vaccino poi il pranzo.... Pensavano di fare i furbi!
Ma si può? :facepalm:

Avatar utente
Kaya
Messaggi: 824
Iscritto il: mer 27 dic 2006, 9:11
Località: Torino

Re: LA VISIONE DELLA PANTERA

Messaggio Inviato da: Kaya » dom 21 nov 2021, 18:45

Sono stato al Museo Egizio di Torino a incontrare Sekhmet "la potente", dea della guerra e della pandemia, ma anche alleata di medici e curanderos.
Qui è ospitata una delle più grandi collezioni di statue di Sekhmet fuori dall’Egitto. Le statue sono ventuno: dieci sedute e undici in piedi

Le statue sono la materializzazione terrestre della dea Sekhmet, temibile e contestualmente indispensabile all’ordine del mondo. In origine nel “Tempio dei Milioni di Anni” di Amenhotep III dovevano essere probabilmente presenti 365 statue dedicate alla dea e a questo straordinario insieme era rivolto un rituale che si sviluppava nel corso dell’intero anno: ogni giorno si indirizzava una preghiera a una effigie specifica del gruppo scultoreo per chiederle clemenza.

La sala delle Sekmet è davvero impressionate! Sono raffigurate con il bastone del potere in una mano e la chiave della vita, l'anch, nell'altra. Appare subito chiaro perchè fosse chiamata "la potente".
Ma la cosa che mi ha impressionato di più è la presenza di una statua di Sekhmet di dimensioni colossali di fronte all'entrata del Museo, in mezzo alla via pedonale, dove passa tutta la gente, ignara e tranquilla....: la pandemia è in mezzo noi e non ce ne accorgiamo!

Immagine
Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti